ITALERI - scale modelling  since 1962

La storia di Italeri inizia nella prima metà degli anni ‘60 a Bologna. L’azienda nasce dalla passione dei due fondatori, Giuliano Malservisi e Gian Pietro Parmeggiani che, fin da ragazzi, amano aerei e mezzi militari. Da modellisti esigenti non si accontentano più di quello che si trova in commercio, in un mercato comunque florido e dinamico ed in via di progressiva espansione, ma decidono di trasmettere la loro passione e la loro ricerca del dettaglio nel lavoro quotidiano. Il primo nome commerciale dell’azienda, fondata ufficialmente nel 1962, è “Italstamp” ed il primo kit messo in commercio, col marchio “Aliplast”, è un modello in scala 1/72 del caccia italiano Fiat G-55. Dopo una decina d’anni il nome commerciale dell’azienda diventa “Italaerei” per poi divenire, attraverso una piccola contrazione fonetica, il definitivo “Italeri”.

Il logo dell’azienda, costituito da due bande verticali rosse e verdi e da un logotipo stilizzato frontale di un aereo ad elica, identifica la forte vocazione all’italianità e l’esperienza nella produzione di modelli in scala di aerei. Italeri ha inoltre acquisito, nel corso della sua vita operativa, il marchio “Supermodel” e quello “Protar”, rilevandone anche i relativi stampi.

L’azienda di Bologna si afferma da subito come importante punto di riferimento per tutti i modellisti in plastica. Fin da subito le linee di prodotto di Italeri si caratterizzano per una certa unicità dei soggetti realizzati e per il naturale richiamo al “made in Italy”, andando di fatto ad affiancarsi alle produzioni Inglesi, Francesi e Tedesche.

Oggi Italeri ha un ampio catalogo di modelli in scala con alcune realizzazioni uniche nel panorama modellistico mondiale. Italeri ha infatti realizzato i più famosi aerei italiani della Regia Aeronautica impiegati durante la Seconda Guerra Mondiale. Dai piccoli caccia biplani Fiat CR-42 ai trimotori da carico e da bombardamento Savoia Marchetti SM 82. E’ inoltre stato realizzato un kit in scala 1:72 del celebre Savoia Marchetti SM-79, più noto con il soprannome di “gobbo maledetto”. Italeri ha anche realizzato i mezzi militari dell'Esercito Italiano delle Seconda Guerra Mondiale come le autoblindo della serie AB, tra cui l'originale versione ferroviaria, il piccolo carro armato L6 o il raro, per via della scarsa diffusione, carro pesante P40.

E’ stata molto apprezzata dal panorama modellistico internazionale la recente serie di motosiluranti in scala 1:35 della Seconda Guerra Mondiale, composta dalla PT-596 americana, l’imponente Schnellboot S-100 della Kriegsmarine tedesca ed il MAS della Regia Marina italiana. Originale anche la serie dei mezzi d’assalto con la presenza del “Barchino”, del “Maiale” e del “Biber”.

Da sottolineare una vasta gamma di modelli di truck, semirimorchi e trailer in scala 1:24 che costituiscono un punto di riferimento per gli appassionati del settore.

Negli ultimi anni, Italeri ha introdotto, per alcuni kit connotati da una certa originalità e ricercatezza, il P.R.M. (Photografic Reference Manual) con il quale si descrive, con una buona accuratezza storico-modellistica, il velivolo o la nave da riprodurre in scala.  Il primo kit ad essere corredato del P.R.M. è stata la motosilurante PT della marina americana.

Il 2013 è stato un anno importante che ha coinciso con l'uscita di modelli unici ed esclusivi su tutto il panorama modellistico internazionale. Italeri ha presentato a fine anno il "supermodello" del celebre caccia supersonico F-104 Starfighter in scala 1/32 caratterizzato da un elevato livello di dettaglio e fedeltà costruttiva. Nel corso del 2013 Italeri ha inoltre implementato ulteriormente il progetto di coinvolgimento del suo vasto pubblico di appassionati modellisti attraverso l'uso del web. Dopo il sito Internet, moderno ed accattivante, e la piattaforma di e-commerce, ad aprile del 2013 è nata la pagina Facebook "Italeri Official Account".